Casa Cinema – Stanlio e Ollio

È il 1937. Stanlio e Ollio, coppia comica che ha scritto pagine indelebili nella storia del cinema, sono all’apice della loro carriera; stanno girando il loro ennesimo film e sono alle prese con le loro ennesime storie d’amore. Tutto va a meraviglia.

Salto in avanti di sedici anni: è il 1953. Stanlio e Ollio sono inevitabilmente invecchiati, ma ancora volenterosi di lavorare e di dare linfa al mondo del cinema e del teatro, nonostante le produzioni non siano più entusiaste come una volta. Non va più tutto a meraviglia, e non è solo una questione d’età. Si percepisce che c’è qualcosa che non va, che c’è un elefante nella stanza, o forse dovremmo dire che c’è stato un elefante in un certo film.

Prima di continuare però, una doverosa precisazione. Non fatevi ingannare dal titolo. Questo film non si limita a parlare di Stanlio e Ollio. Questo film parla di Stanley e Oliver. E a Stanley e Oliver è successo qualcosa, proprio mentre Stanlio e Ollio erano all’apice del loro successo, nel 1937, qualcosa che è stata vissuta come un tradimento da parte di entrambi. Grazie ad una serie di flashback scopriamo che mentre Stanley vorrebbe firmare un contratto con una nuova casa di produzione, Oliver, ancora sotto contratto con la vecchia casa di produzione, gira un film da solo, il “film con l’elefante” appunto.

Ma il problema non si limita a questo reciproco tradimento. Il vero problema è che, forse per paura di una rottura della loro amicizia e del loro sodalizio artistico, per i successivi 16 anni i due si rifiutano di parlarne. La paura di perdere una bella amicizia li porta a non affrontare il problema, ma in questo modo i due non riescono a lasciarselo definitivamente alle spalle, e quindi, di fatto, è come se la loro amicizia fosse finita comunque.

Con il passare del film la tensione tra i due, che monta sempre di più, arriva ad esplodere ed ecco che i protagonisti si lasciano andare ad una litigata con parole pesanti. Ma quel diverbio, che potrebbe sembrare la pietra tombale della loro amicizia, sarà invece il mezzo che donerà loro la forza di perdonarsi definitivamente, facendoli tornare ai tempi in cui riuscivano veramente a condividere tutto, anche i vizi, compreso quello, meraviglioso, di far scappare un sorriso al mondo.

A martedì per la prossima pellicola,
Gabriele Lazzarotto
Collaboratore esterno

Se lo desideri puoi mandare il tuo commento al film a: s.terranova@prossemicadelriccio.it
oppure contattarci alle nostre pagine social Instagram e Facebook!


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Add Comment *

Name *

Email *

Website

Please Install Theme Required & Recommended PLugins.