Se ti chiedi perché …

Ti sei mai chiesto, dando un’occhiata al cielo, se le nuvole avessero un peso o di che colore fosse la luce del sole? Quante volte vedendo un film hai pensato che la tua chiave di lettura fosse la più puntuale? E prima di addormentarti, quante volte hai rovistato tra i tuoi pensieri alla ricerca della buonanotte?

Se non ci hai mai pensato, sappi, che le risposte non sono sempre la cosa più importante.

Troppi appuntamenti, troppe corse ci hanno fatto dimenticare il piacere dell’attesa, troppo presi dalla frenesia di inseguire il tempo e di soddisfare richieste continue. Ora, di fronte a un notevole cambiamento delle nostre abitudini, ci viene chiesto di reinventarci e di fermare l’aspetto dinamico delle nostre vite.

Tutto ciò potrebbe far apparire il presente come interminabile, privo di quei pilastri quotidiani (lavoro, dentista, parrucchiere …) che scandivano le nostre giornate.

Questo tempo, però, può essere una buona occasione per creare nuovi modi di occuparlo e coltivarlo, per stimolare nuove curiosità e per cogliere il piacere della sosta che amplifica la voglia della partenza.

Raccogliamo il coraggio, cambiamo punto di vista, osserviamo, godiamoci i dettagli  e  riflettiamo. Diamo a noi stessi il tempo per orientarci e per adeguarci al cambiamento per poi tuffarsi in un nuovo andare.

Seguici anche tu!


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Add Comment *

Name *

Email *

Website

Please Install Theme Required & Recommended PLugins.